Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Come il vento di Marco Puccioni

Data:

08/01/2015


Come il vento di Marco Puccioni

1989, Lodi. Armida Miserere è una delle prima donne a dirigere un carcere, Umberto Mormile è un educatore nel penitenziario di Milano. Vivono insieme, alternando lavoro e vita familiare, sognano di avere un figlio. Un giorno di primavera, Umberto viene ucciso mentre si reca al lavoro in macchina: il mondo di Armida va a pezzi e deve trovare in se stessa la forza di continuare. Elaborata la perdita di Umberto, Armida accetta di andare prima linea nei carceri più pericolosi del Paese. Applica la legge senza farsi mai intimidire, mentre tenta in tutti i modi di rimanere umana continuando a cercare amore. 2001, Milano: Armida scopre la verità, Umberto è stato ucciso per non essersi lasciato corrompere da un boss, ma il fango che i pentiti gettano sul suo uomo è per lei insopportabile.

Dopo la laurea in Architettura, Marco Simon Puccioni ha studiato cinema al California Institute of the Arts di Los Angeles. Dopo alcuni corti sperimentali e documentari, ha diretto il suo primo cortometraggio, Quello che cerchi, uscito nel 2002. Riparo, il suo secondo lungometraggio, ha aperto al Festival di Berlino nel 2007 e ha girato il mondo in oltre cento festival. Il documentario Il colore delle parole è stato in concorso per la categoria Orizzonti al Festival di Venezia nel 2009. Come il vento, il suo terzo lungometraggio, è stato presentato in anteprima al Festival di Roma nel 2013. Puccioni è co-fondatore dell'associazione registi Ring e della Corporazione di scrittori e registi 100 autori.

Il film viene proiettato al Pune International Film Festival, allo Yashwant International Film Festival a Mumbai e all'Aurangabad Film Festival.

Per maggiori informazioni, vedete i seguenti siti:

www.piffindia.com

www.yiffmumbai.com

aurangabadfilmfestival.com

Informazioni

Data: Da Gio 8 Gen 2015 a Gio 15 Gen 2015

Ingresso : A pagamento


165